Dove mangiare

La zuppa ammalia, la mela strega

C’è un posto non lontano da Napoli che offre ai suoi ospiti alcuni cavalli di battaglia davvero imperdibili. Se siete amanti della zuppa di cozze vi consiglio un posto che vi farà leccare i baffi anche se non ne siete muniti per ragionevoli motivi: La Mela Stregata di Lusciano fa questo grande classico della cucina partenopea macchiandola di rosso un po’ di più rispetto a quanto siamo abituati a Napoli centro. L’unico difetto di questo piatto è che purtroppo deve rispettare una stagionalità precise, poiché si sa le cozze buone non ci sono tutto l’anno ma solo in primavera e in estate.

La cucina di Antonio D’Ausilio e di sua moglie Santa Di Mauro è nata nel 2015 e vanta una cucina semplice e genuina, ma di certo non banale. La zuppa che ci portano è lussuriosa, imperiale, generosa e succulenta, impossibile resistere al sughetto che si deposita sul fondo, la scarpetta è decisamente d’obbligo e con il mega bavaglino dato in dotazione ero in una botte di ferro. Le cozze flegree, i lupini, gli scampi, i pomodorini tondi firmati da Danicoop, l’olio extravergine di oliva prodotto dalla Fattoria l’Uliveto di Sessa, crostini fritti alla perfezione, un leggero sentore di peperoncino e una spolverata di origano rendono questo piatto un vero fiore all’occhiello del ristorante. La porzione è enorme, io che sono famelica ho avuto difficoltà a finirla tutta (ma ce l’ho fatta) e il costo è di 15 euro: decisamente onesto!

Ma anche le altre proposte sono davvero interessanti, abbiamo avuto modo di provare ottime pizze, notevole è la marinata con pomodorino giallo e alici fresche. La porzione è enorme, io che sono famelica ho avuto difficoltà a finirla tutta (ma ce l’ho fatta) e il costo è di 15 euro. Decisamente onesto!

 

Dulcis in fundo e direi che è proprio il caso di dirlo, è un must di questo posto: la mela stregata, ricetta originale e segreta della Di Mauro. Una vera bomba di piacere, da mangiare a cucchiaiate intingendo di tanto in tanto il boccone nella crema al mou. Occhio che il rischio ustione è davvero altissimo! Il dolce impegnativo ma non troppo dolce si fa mangiare e rimangiare!

Andate a provare queste e tante altre proposte a La Mela Stregata e fatemi sapere com’è andata!

Grazie a Laura Gambacorta per l’invito.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CONSIGLIA Pizzette di pane raffermo