nuova ricetta/ Pizze e salati da forno

Casatiello

Il Casatiello è uno dei simboli più importanti della Pasqua, almeno di quella culinaria. Ricco, abbondante, pieno di devozione, arriva dopo un periodo di sacrifici e rinunce dati dalla Quaresima. Quando lo si affetta, si dice infatti ” si è sciolta la Gloria” un modo cristiano e delicato per dire, ora possiamo abbuffarci.

Il casatiello napoletano viene tramandato di famiglia in famiglia e ognuno ha la sua precisa ricetta. Chi ci mette i cicoli, chi il salame, chi il provolone piccante. In realtà è un piatto di recupero perché in esso ci finisce tutto ciò che deve essere consumato. La forma tonda simboleggia la nascita e la morte di Cristo, così come le croci di impasto sulle uova sode sono un ennesimo simbolo cristiano. Sul mischiare sacro e profano i napoletani sono fenomenali.

Questo è quello che faccio io…e vi dirò, è troppo buono veramente!

Se volete sapere come si fa il casatiello napoletano, ecco il procedimento!

Ingredienti per l’impasto

300 grammi di acqua, tiepida
1 cucchiaino di zucchero
5 g di lievito di birra
300 g farina 0
200 g farina 00
1 cucchiaino colmo di sale fino
30 grammi di strutto/sugna, + q.b. a piacere (si può sostituire con burro o olio)

Ingredienti per il ripieno:

250 g di formaggio a dadini
250 g di salumi a dadini
pepe

Procedimento:

In una ciotola grande, sciogliete il lievito e lo zucchero nell’acqua tiepida. Aggiungete la farina (poca alla volta) ed amalgamate con una forchetta, aggiungete il sale e lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Trasferite su un piano infarinato lo strutto/sugna o il burro e impastate fino ad avere un impasto liscio e morbido.

Stendete l’impasto ottenuto, formando un rettangolo, e distribuite su di esso i formaggi, i salumi a dadini e aggiungete pepe a piacere. Arrotolate la pasta su sé stessa, chiudete bene le estremità formando una ciambella. Riponete nell’apposito stampo, coprire con un panno o nel forno con la luce accesa e lasciate in lievitazione per almeno due ore, ma anche tre. Se piacciono si possono aggiungere le uova sode sbriciolate.

Cottura: Forno ventilato a 200° per almeno 45 minuti, fate la prova stecchino.

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Valentina
    1 Aprile 2015 at 11:02

    Non vedo l’ora arrivi pasqua e pasquetta solo per mangiare queste prelibatezze! Complimenti per la ricetta :DD

    • Reply
      francescapace
      1 Aprile 2015 at 12:22

      E’ vero!!!!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.